il progetto


Federico e Gianluca, dopo tanti anni di esperienza e successi nella lavorazione delle farine con il marchio La Fiordineve, avevano un sogno: avviare un progetto di trasformazione con un molino antico di farine non raffinate ottenute da grani antichi coltivati in loco, ovvero nel comprensorio di Narni, in Umbria.
Le farine ottenute dai grani così lavorati, e che escludono qualsiasi impiego di diserbanti e agenti chimici, sono ottime per la salute. Certificate in modo trasparente da un apposito Organic Test, contengono naturalmente una percentuale di glutine che va dall’1 al 3%, contro il 15% delle farine standard; sono ottime per tutte le preparazioni e ricette, sia casalinghe che professionali, e ciascuna di esse presenta caratteristiche che si adattano perfettamente alle varie preparazioni.

ISCRIVI ALLA NEWSLETTER

Per ricevere tutti gli aggiornamenti e le promozioni

i nostri
prodotti

FARINA X PIZZE – Verna + Autonomia

FARINE PER PASTICCERIA – Maiorca
FARINE PER PASTA FRESCA – Timilia
FARINE PER PANE – Timilia – Verna – Autonomia

Le farine ottenute dai nostri grani sono disponibili per le ricette di tutti i giorni e per dare sfogo alla vostra creatività, stando attenti alla salute e al benessere di tutta la famiglia. In diversi formati, sono perfette sia per un impiego casalingo che per la realizzazione di prodotti professionali, gustosi e di grande qualità. Per completare la nostra offerta, vi presentiamo anche piccoli macchinari per la lavorazione e la trasformazione del grano in casa e libri che non possono mancare nella vostra cucina.

grani antichi
dell’Umbria


La coltivazione dei Grani Antichi nel territorio di Narni – nella provincia di Terni in Umbria – è un progetto perseguito negli anni e al quale si è arrivati con l’obiettivo di produrre farine di grande qualità ma soprattutto di coltivare direttamente i grani. Questo significa molto: innanzitutto avere traccia di una filiera controllata che parte dal coltivatore e arriva al prodotto finito, sempre a disposizione del consumatore finale.